Listamind: lista di podcast da un articolo che parla di “Lucia, la radio al cinema”

Mi sono imbattuto in un articolo uscito su Robinson l’11 dicembre 2020, avevo messo da parte il giornale senza accorgermi dell’articolo e stava finendo nella raccolta della carta. Parla di audio racconti, di podcast e, soprattutto, di “Lucia, la radio al cinema“, un festival dedicato, appunto, ai racconti sonori senza immagini.

Dall’articolo letto ho pensato a una lista di cose da ascoltare. Che è il pane quotidiano di Listamind.

Ho iniziato col cercare Oltre il confine di Matteo Caccia che si trova su Audible. Però non ho Audible, mi spiace molto, lo so che dovrei averlo visto che scrivo di podcast e lì ce ne sono tanti e di ottima qualità. Però per ora preferisco parlare di podcast non a pagamento, non me ne vogliano…
… allora ho ascoltato un’intervista a Matteo Caccia sul podcast Actually di Will Media. Nell’intervista racconta come è nato Oltre il confine e chi è il personaggio principale, che non è un personaggio di invenzione anche se la storia è roccambolesca. Si tratta di Karim Franceschi che è partito da Sinigallia per combattere contro lo stato islamico durante l’assedio di kobane al fianco dei curdi dell’unità di protezione popolare. Nientemeno. Bella l’intervista, Matteo Caccia parla anche in senso lato di che cos’è un podcast e della crescita del fenomeno

Poi ho provato ad ascoltare “Goodbye to all this” di Sophie Townsend e… niente, ho avuto qualche difficoltà di comprensione perché forse il mio inglese non si è trovato comodo con la sua pronuncia e poi il tema è davvero triste e vagamente angosciante (è la storia di una donna che racconta la perdita del marito)… forse non era il momento giusto… ho lasciato perdere.

Rimanendo all’estero sono passato a “Cruces en el desierto” un episodio del podcast di Catalina May e Martìn Cruz. Un racconto ugualmente angosciante ma nettamente più collettivo. Parla del deserto di Sonora, dove molti sudamericani che tentano di raggiungere gli stati uniti muoiono di stenti, di sete, braccati dalle guardie. Sarà che il mio spagnolo è meglio del mio inglese ma mi è sembrato comprensibilissimo dall’inizio alla fine, avvincente, interessante e fa davvero pensare. Trenta minuti di passeggiata con le cuffie incollate alle orecchie. Il podcast si chiama “Las raras” e parla di lotte contro l’arroganza del potere… ne ho fatto partire un altro, di episodio, e ho dovuto allungare la passeggiata…Raccomandatissimo

Gli altri audio-racconti citati sono in effetti dei radiodrammi. Uno è “Giochi di fanciulli” di Giorgio Pressburger. Una registrazione di giochi, canti, filastrocche, conte, fatte da bambini che ripercorrono la vita di un uomo … un po’ come la vedono i bambini, perlomeno, forse i bambini del 1970. Davvero molto interessante, anche se non di facile ascolto, sembra un opera di musica contemporanea e ogni tanto è, anche questa, vagamente inquietante, perché i bambini parlano di guerra, cacca, morte e le loro nenie ricordano certi film dell’orrore…


L’altra opera citata è “Intervista Aziendale”, testo di Primo Levi, regia di Carlo Quartucci… però purtroppo non sono riuscito a trovarla.

Direi che, per gli amanti dei podcast, non ho trovato molto… forse Las Raras, però è in spagnolo…
E Matteo caccia si sa che è bravo… ma bisogna pagare Audible… fate voi

(scritto da Ale Porro)

listamind logo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.